Il Progetto: "Scuola Spazio Per"

I moderni processi di globalizzazione possono alimentare fenomeni di disgregazione sociale così come possono amplificare i fenomeni di esclusione sociale. I processi di esclusione costituiscono un pericolo per il modello europeo di società in quanto fattore di crisi per quella coesione sociale nata dal dopoguerra.

Combattere l'esclusione è sì un problema d'interesse generale, ma riguarda soprattutto le Istituzioni per le quali la solidarietà non può essere intesa come un lusso o un moto emozionale, ma piuttosto deve essere considerata come l'elemento essenziale per lo sviluppo armonico della società.

Lo Stato e le amministrazioni locali sono quindi chiamate ad attuare nuove strategie d'intervento.

La crisi del sistema di protezione sociale presenta, oggi, caratteri nuovi e tali da mettere profondamente in discussione il patto di cittadinanza che lega i cittadini all'Amministrazione Pubblica. In alcune regioni, così come le cronache degli ultimi tempi dimostrano, la crisi di questo patto ha assunto dimensioni insolite.

L'attuale modello di sviluppo ha esasperato la condizione di marginalità ed esclusione d'alcune fasce di popolazione.

Il superamento dei fenomeni e dei fattori dell'emarginazione deve essere il punto di partenza delle Amministrazioni Regionali, Provinciali e Locali che, con interventi sempre più mirati, possono, dare un nuovo input al modello integrativo e alla politica della solidarietà del nuovo millennio.

Riconoscere e ridefinire un rinnovato rapporto di collaborazione con i fenomeni associativi, con la cooperazione sociale e con il volontariato può essere un modo per intervenire efficacemente e globalmente.

Le Istituzioni da parte loro dovranno essere sempre più presenti sul territorio attuando interventi volti al contrasto dei tanti disagi sociali. Presenziare, ascoltare, intervenire e collaborare dovranno essere le parole chiave per un buon intervento politico - sociale sul territorio. Con tali modalità non soltanto si otterrà il controllo del territorio, ma si sosterranno i bisogni dei cittadini, non più abbandonati a sé stessi, e si impedirà che altri soggetti, non istituzionali, sopperiscano alle mancanze delle Istituzioni utilizzando le zone a rischio come centri d'attività che hanno ben poco di legale.

Per tutti questi motivi i partner della rete hanno deciso di lavorare insieme per il progetto SCUOLA SPAZIO PER e continuare a farlo oltre i tempi definiti dal Protocollo di Intesa perché persuasi che l'unità è un bene prezioso contro la disgregazione e il disagio sociale.

Nell'ottica delle considerazioni di cui sopra, l'iniziativa "Scuola Spazio Per" è una proposta/progetto volta a contrastare il disagio sociale e, in modo particolare, le problematiche appartenenti a specifici territori. L'essenza del progetto sta nel presentare, a quei cittadini residenti in aree a rischio sociale, l'Istituzione Scolastica come centro di promozione culturale, sociale e civile del territorio. La scuola, quindi, non soltanto fatta per "l'istruzione dell'obbligo" bensì fatta a misura dei cittadini.

La proposta della rete costituita da due istituti comprensivi e da un istituto di scuola secondaria di secondo grado prevede la realizzazione nell'anno scolastico 2006/2007(periodo marzo-luglio) e nell'anno scolastico 2007/2008 (periodo settembre-dicembre) di vari percorsi educativi, destinati a minori e adulti, articolati complessivamente in quindici laboratori che terranno conto di fattori quali la comunicazione, la partecipazione, l'accompagnamento ai lavori, lo sviluppo locale e di comunità. Tutti i progetti presentati dai soggetti che partecipano alla rete, che rappresentano le varie sensibilità del territorio sono stati inseriti in questo percorso formativo.

L'obiettivo primario delle attività sarà l'integrazione di minori a rischio, di drop out, di extracomunitari e la riqualificazione sociale di adulti e anziani che non sarà garantita solo dalla giustapposizione di interventi settoriali diversi - politiche di riqualificazione fisica, sociale, culturale, formativa, occupazionale - progettati dall'alto, ma dal ripristino delle reti di interazione sociale e dalla valorizzazione della pluralità di risorse che avallano l'identificazione positiva delle persone con il territorio.

Le attività educative prescelte per i beneficiari del Progetto rispecchieranno le reali necessità formative e ricreative del territorio.

Il progetto "SCUOLA SPAZIO PER" intende rendere la Scuola, intesa come Spazio del territorio, laborioso centro di promozione culturale, sociale e civile, anello di congiunzione fra tutte le risorse presenti sul territorio. La Scuola ascolterà, informerà, sosterrà e guiderà i cittadini presenti e futuri alla scoperta di sé stessi e del loro essere parte consapevole e attiva della società contemporanea.

visite totali: | visitatori on-line: