Istituto Comprensivo Statale Campo del Moricino Istituto Comprensivo Statale Campo del Moricino
Attività della Scuola
Attività sul Territoro
Altra Progettualità
Azione F3
Prototipi

Totem Multimediali
Legalità
aedo
Scuola Viva
Moricino - Unesco
Polis Mercato

Scuola dell’Infanzia

La  Scuola dell’Infanzia

La scuola dell’infanzia concorre all’educazione armonica ed integrale dei bambini e delle bambine, e mira a realizzare, attraverso una consapevole progettualità pedagogica, un itinerario di sviluppo cognitivo ed affettivo nel pieno rispetto e nella valorizzazione dei ritmi evolutivi, delle capacità, delle differenze e dell’identità di ciascuno. Operando in questa direzione con sistematica professionalità pedagogica, essa contribuisce alla realizzazione del principio dell’uguaglianza e delle opportunità sancito dall’articolo 3 della Costituzione Italiana.  Il piano dell’offerta formativa programmato dalla scuola va ad integrarsi con il progetto educativo delle famiglie in varie forme di collaborazione e confronto: assemblee, incontri a tema, laboratori, feste, uscite, iniziative di solidarietà. Infatti, la scuola dell’infanzia “si presenta come un ambiente protettivo, capace di accogliere le diversità e di promuovere le potenzialità di tutti i bambini, che fra i tre e i sei anni esprimono una grande ricchezza di bisogni ed emozioni, che sono pronti ad incontrare e sperimentare nuovi linguaggi, che pongono a se stessi, ai coetanei e agli adulti domande impegnative e inattese, che osservano e interrogano la natura, che elaborano le prime ipotesi sulle cose, sugli eventi, sul corpo, sulle relazioni, sulla lingua, sui diversi sistemi simbolici e sui media, dei quali spesso già fruiscono non soltanto e non sempre in modo passivo; e sull’esistenza di altri punti di vista”. La scuola dell’infanzia riconosce questa pluralità di elementi e promuove lo star bene e un sereno apprendimento attraverso la cura degli ambienti, la predisposizione degli spazi educativi, la conduzione attenta dell’intera giornata scolastica.

Linee Guida ed Obiettivi Progettuali

In coerenza con gli obiettivi nazionali e comunitari la scuola dell’infanzia del nostro Istituto Comprensivo si propone di:

  • favorire la maturazione dell’identità individuale e sociale – del bambino sotto il profilo corporeo, intellettuale, psicologico per renderlo sicuro  di sé, fiducioso nelle proprie capacità, motivato, curioso, capace di esprimere sentimenti ed emozioni, sensibile nei confronti degli altri;
  • promuovere la conquista dell’autonomia intesa sia come controllo delle abilità motorie e pratiche, sia come maturazione delle capacità di rapportarsi in modo adatto, libero, personale e creativo con gli altri, con le cose, con le situazioni, per essere un bambino che sa fare delle scelte, pensare, stare con gli altri;
  • sviluppare le competenze, intese come l’affinarsi progressivo sia di abilità operative e mentali, sia di conoscenze riconducibili ai campi di esperienza (motorie, linguistiche, logiche, ecc.).
  • sviluppare il senso della cittadinanza, inteso come scoperta degli altri e dei loro bisogni e la necessità di gestire i contrasti con regole condivise.

Tali finalità sono perseguite attraverso l’organizzazione di un ambiente di vita, di relazioni e di apprendimento di qualità, garantito dalla professionalità degli operatori e dal dialogo sociale ed educativo con le famiglie e con la comunità. “I bambini sono il nostro futuro e la ragione più profonda per conservare e migliorare la vita comune sul nostro pianeta. Sono espressione di un mondo complesso e inesauribile, di energie, potenzialità, sorprese e anche di fragilità – che vanno conosciute, osservate e accompagnate con cura, studio, responsabilità e attesa. Sono portatori di speciali e inalienabili diritti, codificati internazionalmente, che la scuola per prima è chiamata a rispettare”.

ASPETTI METODOLOGICI

Nel corso degli anni scolastici vari progetti innovativi sono stati realizzati nella scuola diventando spesso elementi stabili e fondanti dell’Offerta Formativa alle famiglie:q   inserimento graduale dei bambini nuovi iscritti con la presenza iniziale dei genitori, favorito anche dall’orario ridotto di apertura nelle prime settimane di scuola;

  • organizzazione per sezione aperte/utilizzo flessibile degli spazi;
  • valorizzazione del gioco;
  • colazione e pranzo nelle stanze di appartenenza per una migliore e più tranquilla fruizione dei pasti;
  • potenziamento delle attività motorie e psicomotricità relazionale;
  • laboratorio natura quale attività alternativa all’educazione religiosa;
  • sensibilizzazione alla lingua inglese a partire dai tre anni con l’approccio dei modelli del

          – Format narrativo della Taeschner (1995)
          – Total physical response di James Ascher (1964);

  • continuità con la Sezione Primavera attraverso attività comuni;
  • continuità con la Scuola Primaria attraverso e altre attività di interscambio;
  • documentazione ed elaborazione del fascicolo delle competenze individuali e del Piano Personalizzato delle Attività Educative;
  • rilevazione precoce delle difficoltà specifiche di apprendimento;
  • centralità della relazione e personalizzazione dell’azione educativa;
  • attivazione nella fascia di compresenza di LABORATORIUM che:

         – prevedono  una visione globale del bambino;
         – favoriscono apprendimenti personalizzati;
         – mantengono  la trasversalità dei campi di esperienza;
         – utilizzano  più canali percettivi di apprendimento.

LABORATORIUM

IO IN … MOVIMENTO

Aiuta il b/o ad instaurare relazioni con gli altri in un gioco di movimento, sperimentando il piacere senso-motorio e le abilità corporee.

MANI & MENTI CREATIVE

Favorisce l’espressione personale di ciò che il bambino è e sa e la sua creatività per mezzo anche dei materiali grafico-pittorici e di manipolazione.

LAB_TEATRALE

… FACCIÒ FINTÀ E’ ESSERÈ

Sviluppa il riconoscimento di identità, la comunicazione e l’espressione della personalità in attività di gioco simbolico, mimo, teatro in cui si fa finta di essere qualcun  altro.

ESPERIMENTI

PICCOLI CURIOSI ALL’OPERA

Abitua ad osservare come le cose sono e si trasformano, stimolando la capacità di ipotizzare, prevedere ed anticipare.

L’OFFICINA DEL FARE

Stimola ad osservare, analizzare e  progettare per poi costruire e realizzare  anche con materiali poveri e di recupero.
N.B.: Tali attività laboratoriali vengono attivate quotidianamente all’interno della fascia oraria  di maggior compresenza delle  insegnanti.

 Sezioni funzionanti nell’Anno Scolastico 2012/2013

Nell’Anno Scolastico 2012/2013 funzionano presso la sede Ada Negri quattro sezioni della Scuola dell’Infanzia e presso la sede Umberto I cinque sezioni della scuola dell’Infanzia.

Sperimentazione dei Percorsi Formativi

Nell’Anno scolastico 2012/2013 nelle sezioni di tre anni della Scuola dell’Infanzia dell’I.C. “Campo del Moricino”ci sono state due sperimentazioni di percorsi formativi:

Plesso Ada Negri Sperimentazione Percorso Formativo Praecoquus

Plesso Umberto I Sperimentazione Percorso Formativo Chrysomelon

 

 

 

 

Collegati qui ...

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Percorso Formativo
Sezione Primavera
Percorso Formativo
Scuola Infanzia
Percorsi Formativi
Scuola Primaria
Percorsi Formativi
Scuola Secondaria
Certificazioni

Storia di Napoli
Strutture dell'Istituto

Sedi Istituto

Storia dell'Istituto

Amministrazione Trasparente

Giornalino on-line

Albo Sindacale

Snodo Formativo Moricino
53254
visitatori