Istituto Comprensivo Statale Campo del Moricino Istituto Comprensivo Statale Campo del Moricino
Attività della Scuola
Attività sul Territoro
Altra Progettualità
Azione F3
Prototipi

Totem Multimediali
Legalità
aedo
Scuola Viva
Moricino - Unesco
Polis Mercato

O. F.

Il Piano dell’offerta Formativa (acronimo POF) è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito dell’autonomia secondo quanto stabilito dal Titolo I, cap. III del DPR n. 275/’99 e nel quadro delle autonomie definite dalla Legge costituzionale n° 3/01.

Esso rappresenta uno strumento di lavoro che, nel rispondere ai bisogni del proprio territorio di riferimento, illustra in modo esplicito le attività, i progetti e i percorsi formativi predisposti per il raggiungimento degli obiettivi finali, educativi e didattici, che la scuola ha posto come traguardo della propria azione: lo sviluppo della persona umana e il suo successo formativo.

In questa prospettiva, tale documento risulta coerente con gli obiettivi educativi definiti a livello nazionale e riflette le esigenze culturali, sociali ed economiche della realtà locale; tenendo conto sia della programmazione territoriale dell’offerta formativa, sia delle linee progettuali interne.

Queste pongono in atto scelte condivise nei seguenti ambiti:

formativo ed educativo in relazione alle conoscenze da proporre, alle abilità da sviluppare, e alle competenze da far acquisire;

curricolare in relazione ai percorsi disciplinari, trasversali ed integrativi;

didattico in rapporto all’approccio metodologico, alle modalità di verifica, ai criteri di valutazione;

organizzativo per la definizione di ruoli e funzioni, l’assegnazione dei compiti, le modalità di coordinamento, le strutture dell’orario scolastico.

Pertanto, ogni suo ” dominio” assume come principio costitutivo della sua azione la centralità del soggetto che apprende, il suo sviluppo integrale, la sua singolarità e complessità, la sua rete di relazioni che lo legano alla famiglia e ai diversi ambiti sociali, regionali e etnici.

È a questa persona – che impara ad apprendere con la sua identità, i suoi ritmi e le sue peculiarità – che la nostra scuola rivolge la sua pratica educativa istruendo, in via essenziale, a tre cose fondamentali:

consegnare il patrimonio culturale che ci viene dal passato perché non vada disperso e possa essere messo a frutto;

preparare al futuro introducendo i giovani alla vita adulta, fornendo loro quelle competenze indispensabili per essere protagonisti all’interno del contesto economico e sociale in cui vivono.

accompagnare il percorso di formazione individuale che uno studente compie sostenendo la sua ricerca di senso e il faticoso ripensamento di costruzione della propria personalità.

Il Piano dell’Offerta Formativa, in quanto esplicazione dell’autonomia pedagogico – professionale dell’Istituto e dell’interazione tra scuola, utenza e territorio, funziona come “contratto formativo” pubblico e collettivo.

Il P.O.F., in quanto piano di attività organizzato, intenzionale, trasparente, condiviso, possibile e valutabile, non è qualcosa di statico, ma è un processo progettuale dinamico, perché si attua in una realtà complessa e mutevole; esso è, pertanto, suscettibile di modifiche e di aggiunte per sopravvenute esigenze e può essere in parte corretto dalla nascita di nuove sollecitazioni.

All’interno del P.O.F., oltre ai principi e fini del sistema dell’istruzione, si collocano il modello culturale d’Istituto, che è la sintesi delle scelte educativo – culturali dell’Istituto, e la sua organizzazione didattico – pedagogica e metodologica, mentre si allegano, per farne parte integrante, gli strumenti didattico – metodologici, le programmazioni educative dei tre ordini di scuola e schede di rilevazione degli apprendimenti.

Integrano, altresì, il POF e costituiscono ulteriori elementi di comprensione del funzionamento e dell’organizzazione dell’Istituto il “Piano Annuale delle Attività, pubblicato sul sito della scuola, la Carta dei Servizi e il Regolamento Interno.

Il POF del nostro Istituto Comprensivo “Campo del Moricino” è stato approvato nella sua struttura nel Collegio Docenti Unificato del 14/10/2011 e adottato in data 27/10/2011 dal Consiglio d’Istituto.

……………

Successivamente e fino al 2014/2015 il nostro Istituto ha presentato un P.O.F. per ciascun anno scolastico. Con la promulgazione della legge 13 luglio 2015, n. 107 “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti” entrata in vigore il 16/07/2015, l’Offerta Formativa diventa triennale.

L. 107/2015 -art. 1, comma 2 e comma 12

 l’istituzione scolastica effettua la programmazione triennale dell’offerta formativa per il potenziamento dei saperi e delle competenze delle studentesse e degli studenti e per l’apertura della comunità scolastica al territorio con il pieno coinvolgimento delle istituzioni e delle realtà locali.

Le istituzioni scolastiche predispongono, entro il mese di ottobre dell’anno scolastico precedente al triennio di riferimento, il piano triennale dell’offerta formativa … Il piano può essere rivisto annualmente entro il mese di ottobre.

Con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (vedi comma 14) la scuola individua gli obiettivi che si impegna a perseguire, tenuto conto delle risorse su cui può contare. Nella scelta di questi obiettivi, dovrà tener conto delle risultanze dell’auto-analisi condotta attraverso il RAV (Rapporto di Auto Valutazione) dell’anno precedente.

Con la chiusura e la pubblicazione del RAV si apre la fase di formulazione e attuazione del Piano di Miglioramento (PdM). Tutte le scuole sono tenute a pianificare un percorso di miglioramento per il raggiungimento dei traguardi connessi alle priorità indicate nel RAV. Proprio per la forte e necessaria connessione fra RAV e PdM è opportuno evidenziare da subito alle scuole alcuni passaggi propedeutici ad un buon processo di miglioramento. Il miglioramento è un percorso di pianificazione e sviluppo di azioni che prende le mosse dalle priorità indicate nel RAV. Tale processo non va considerato in modo statico, ma in termini dinamici in quanto si basa sul coinvolgimento di tutta la comunità scolastica e fa leva sulle modalità organizzative gestionali e didattiche messe in atto dalla scuola utilizzando tutti gli spazi di autonomia a disposizione.

.

 

Collegati qui ...

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Percorso Formativo
Sezione Primavera
Percorso Formativo
Scuola Infanzia
Percorsi Formativi
Scuola Primaria
Percorsi Formativi
Scuola Secondaria
Certificazioni

Storia di Napoli
Strutture dell'Istituto

Sedi Istituto

Storia dell'Istituto

Amministrazione Trasparente

Giornalino on-line

Albo Sindacale

Snodo Formativo Moricino
53257
visitatori